Portfolio

Gli spazi dell'allattamento nelle città.

Lunedì 25 gennaio 2016 si è tenuta presso la nostra sede in via Torino 3 a Mestre una riunione con altre 6 associazioni tema: gli spazi dell'allattamento nelle città.
 
Perchè abbiamo voluto coordinare questo primo incontro?
 
Alcune associazioni in questi mesi si erano scambiate opinioni e informazioni sugli spazi dedicati all'allattamento in città
(a Mestre in particolare, ma con l'attenzione anche a Venezia, Noale, Mira e Riviera del Brenta, Marcon, Mogliano e paesi limitrofi al Capoluogo)
 
Confrontandoci abbiamo così scoperto che esiste una mappatura dei luoghi esistenti.
La potete trovare sul sito della LLL babypittstopper (Clicca qui)
 
Alcune mamme e la Lega del Latte hanno segnato e mappato quelli che sono ad oggi gli spazi conosciuti.
 
Un invito a tutte le donne e mamme a segnalare spazi disponibili o esistenti ad ospitare donne che allattano.
 
Lenia di Baby Bazar ha spiegato come ha strutturato il suo negozio dedicando ben 3 spazi così suddivisi
 
3mq per angolo allattamento
3 mq cambio pannolini scalda bibe e relax per un the
3 mq per gioco bimbi più grandi
 
Abbiamo pensato che  moltissimi esercizi pubblici potrebbero riservare uno spazio simile.
 
Alcuni grandi catene non italiane ma che operano in Italia hanno già questi spazi dedicati: Auchan, Carrefour, Decathlon.
 
Divulgare questa pratica in tutta la città soprattutto a Venezia che ospita 27 milioni di turisti l'anno significherebbe creare una città ospitale e a "misura di bambino".
 
Quale il nostro impegno in futuro:
 
di continuare la mappatura con il contributo di tutti.
 
contattare le associazioni dei commercianti e ristoratori per illustrare un progetto da applicare a tutta la città.
 
 
Vi invitiamo a curiosare sul web quanto ha fatto e sta facendo la regione Trentino Alto Adige.
 
E' incredibile che spazi come aeroporto, stazioni ferroviarie, ristoranti, porto, luoghi frequentati da bimbi non tengano in nessuna considerazione la presenza dei bimbi e il loro benessere.
 
Altre iniziative con il Comune di Venezia, con altre associazioni culturali sono già in marcia
vi invitiamo a una prossima riunione che si terrà nei primi giorni del mese di marzo.
 
Seguiteci.

CONFERENZA SU: LE VACCINAZIONI PEDIATRICHE a MESTRE

CONFERENZA SU: LE VACCINAZIONI PEDIATRICHE a MESTRE

Il giorno SABATO 14 MARZO 2015 a Mestre presso il Palaplip in Via San Donà avrà luogo questo evento.

Relatore dottor Eugenio Serravalle - medico specialista in pediatria preventiva, puericultura e neonatologo.
 
Chi organizza questo evento:
Progetto Nascere Meglio e Associazione Aied di Mestre.
 
Perchè abbiamo deciso di organizzarlo:
Perchè si fa un gran parlare dell'importanza di vaccinare tutti i bambini ma si omettono alcune importanti informazioni e questa lacuna la vogliamo colmare noi.
 
Dal 2008 in Veneto le vaccinazioni pediatriche sono facoltative ma questa informazione viene omessa o trascurata.
 
Figure professionali quali  pediatri o assistenti sanitarie forniscono ai genitori una informazione parziale.
 
Non si spiega che cosa sono i vaccini, da che cosa sono composti, quali sono i conservanti, i veicolanti, quali problemi potrebbero causare alla salute dei bambini nell'immediato, nel medio o lungo termine.
 
I genitori che sono i responsabili della salute dei loro figli vengono  volutamente trattati da ignoranti  lasciati  nella condizione di  disinformazione.
 
Le vaccinazioni cosiddette "obbligatorie" sarebbero 4...
Ne vengono somministrate 9 in unica soluzione.
Nell'arco del primo anno di vita ne vengono inoculate 27 - 3 richiami.
Ai genitori vengono fatte firmare liberatorie in caso di danni.
 
Perchè non si spiega quali possono essere questi danni?
un genitore attento potrebbe intervenire tempestivamente riducendo così la gravità dell'evento
 
Perchè quando accade un danno....nessuno medico lo collega alla somministrazione dei vaccini?
rare volte viene riconosciuto il danno evidente, magari  quando si tratta di poliomelite.
 
Perchè quando sorge un problema di salute  subito dopo aver somministrato il  vaccino non viene segnalato e compilato il modulo con la segnalazione del problema?
 
Poichè la vaccinazione è un atto medico per ogni singolo bambino dovrebbe essere  fatta una attenta disamina delle condizioni di salute antecedenti la vaccinazione e in modo ampio ed esauriente.
 
Non tutti i bambini reagiscono allo stesso modo alle vaccinazioni
 
Esistono esami che indicano l'impossibilità per  alcuni bambini di essere VACCINATI.
Il costo di tali esami è irrisorio rispetto a quanto costerà curare poi il danno per il resto della vita.
 
Perchè non vengono informati i genitori che lo Stato Italiano, con una legge ad hoc, mette a disposizione un fondo per risarcire i danni gravi e la morte.
 
Ecco a questi interrogativi e non solo vogliamo dare una risposta.
 
Noi vogliamo che i genitori siano consapevoli della responsabilità che si assumono vaccinando e non vaccinando.
 
Vorremmo che a queste domande e non solo rispondesse la Regione del Veneto ad esempio nell'opuscolo che distribuisce alle famiglie.
 
Vorremmo che i pediatri e le figure che interagiscono con i genitori dessero una informazione completa e non parziale.
 
Vorremmo che le case farmaceutiche non lucrassero sulla salute presente e futura dei nostri figli.
 
Tutto questo per amore di verità.
 

LIBRO: "La rosa bianca" di Nicoletta Benatelli

Nadia ed io abbiamo partecipato ieri sera alla presentazione del libro "La rosa bianca" di Nicoletta Benatelli presso la libreria Feltrinelli di Mestre.

Il libro è molto bello, denso di esperienze umane e profonde.
Il capitolo 5 parla di noi di Nascere Meglio. O meglio dell'esperienza di Nicoletta Benatelli e le iniziative di Nascere Meglio.
Nicoletta ha partecipato ad uno dei nostri incontri con Frederick Leboyer quando l'abbiamo invitato a Venezia ed ha fatto al personaggio una bella intervista.
Nel libro riporta le emozioni e sensazioni che l'esperienza ha suscitato in lei, cogliendo le emozioni più profonde che Leboyer trasferiva a tutti noi presenti. In alcuni colloqui con una futura mamma che frequentava Nascere Meglio e che ha partorito in casa, Nicoletta ha saputo esaltare il profumo di questa esperienza, l'intensità delle emozioni caserecce, sane, vivide, profonde di chi sta giocando una delle più belle partite della vita giocando in casa.

Non voglio raccontavi tutto il libro vi consiglio però vivamente di leggerlo e farvi un bel bagno di emozioni toccanti e vibranti!

Partecipazioni e Eventi del Progetto Nascere Meglio

Partecipazioni e Eventi del Progetto Nascere Meglio

Nel 2014

Dopo anni e anni di lotte l’esperienza del punto nascita a Villa Salus cessa definitivamente.
 
Questa chiusura è e sarà per sempre una grave perdita per tutte le donne non solo di Mestre.
Nascere Meglio si è impegnata moltissimo contro questa chiusura fin dal 2008 e con i genitori dell’associazione ha organizzato raccolte di firme, ricordo 4500 in una settimana, altra raccolta di migliaia lo scorso anno, manifestazioni pubbliche, feste, occupazione in consiglio comunale a Mestre, pressing via mail e media presso Zaia in regione, purtroppo la scelta da parte delle suore di villa salus era già stata fatta e la politica l’ha comodamente avallata, attenti più al risparmio e al denaro che all’importanza di una buona nascita. 
 
E’ stato di 30 anni il nostro impegno affinchè a Villa Salus si potesse trovare un luogo umano dove poter partorire e qui abbiamo trovato il terreno adatto e la sensibilità da parte di ostetriche e medici. Quindi di strada ne abbiamo fatta e tante mamme e bimbi ne hanno beneficiato.
A dicembre Nascere Meglio è stata invitata presso gli uffici dell’Asl 12 dal direttore generale Dal Ben a cui è stata consegnata una memoria scritta per un parto più umano nel rispetto dei ritmi e tempi delle donne e dei loro bimbi.
 
In questo incontro abbiamo ricevuto garanzie circa il mantenimento della qualità del parto-nascita.
 
In data 27 gennaio Nascere Meglio con Marilena, Nadia, Magda, presente la Consulta cittadina delle donne con Menotto e Marcomin e tre ostetriche dell’angelo si è tenuto un incontro con il primario del reparto di ostetricia Maggino che ha presentato le 2 nuove stanze del parto. Non le abbiamo però visitate, abbiamo visto solo delle slide.
 
A distanza di mesi le mamme ci raccontano che queste 2 stanze, peraltro costose, sono nell’ambito delle sale chirurgiche e questo complica e di molto il progetto che quando è stato presentato sembrava simile alla stanza del parto presente in Villa Salus. In queste stanze si fanno pochi travagli e parti in acqua. Pare che la gran parte dei medici non sia d’accordo. Inoltre dopo poche ore i neo papà vengono invitati ad andarsene e le neo mamme vengono spostate in reparto….
 
Abbiamo volutamente aspettato qualche mese per comprendere come viene organizzato il lavoro nel reparto e stiamo raccogliendo i racconti in diretta dei neo genitori…a breve faremo la sintesi della situazione.
 
Nei mesi di marzo, aprile, maggio 2014 le sette insegnanti di Nascere Meglio -comprese le sedi di Pordenone, Portogruaro, Conegliano- hanno organizzato alcune giornate di aggiornamento e verifica del lavoro che Nascere Meglio propone. Ogni sede ha portato un lavoro che è stato valutato collettivamente e condiviso.
 
Ad oggi Nascere Meglio è presente nelle seguenti città: Mestre, Marcon, Conegliano, Pordenone e Portogruaro.
 
E’ in formazione una ex pancia che sta seguendo un tirocinio biennale prima di poter insegnare a sua volta.
E’ in divenire un lavoro sulle tematiche della nascita prematura e del lutto alla nascita.
 
Pensiamo di coinvolgere la città, i pediatri e l’ospedale.

 

Nel 2013

  • Abbiamo organizzato diversi flashmob in città contro la chiusura del punto nascita di Villa Salus voluta dalla Regione del Veneto.
  • Abbiamo fatto approvare dal Consiglio Comunale di Venezia, all’unanimità durante un flash mob, una mozione contro la chiusura del Punto Nascita. (video) e foto sulla pagina di Facebook!
  • Successivamente abbiamo costituito un gruppo di circa 600 persone su fb denominato NO villa salus NO parti (articolo).
  • Abbiamo proposto la raccolta di testimonianze di donne che qui avevano partorito e mandate via mail al Presidente del Veneto Luca Zaia e per conoscenza a tutti i quotidiani, che le hanno pubblicate.

 

Nel 2012

  • Convegno di Verona – febbraio con Associazione Andria
  • PNM ha promosso assieme a Comune di Venezia, Regione del Veneto, Laboratorio INCA una raccolta di latte materno per verificare la presenza di diossina.
  • Abbiamo preparato il materiale ed informato le mamme sulle finalità della raccolta e dell’indagine.
  • Un gruppo di 8 donne, mamme di Nascere Meglio si sono rese disponibili alla raccolta.

 

Nel 2011

Per tutto l’anno si sono susseguiti i corsi di accompagnamento alla nascita nel 2011 abbiamo preparato un centinaio di mamme e di papà nel cammino del parto-nascita-e dopo nascita.

In quest’anno abbiamo:

Al convegno abbiamo proposto una performance teatrale che ha riscosso un grande successo, siamo riuscite a mettere insieme le Arti ed il successo è stato certo.

Si è parlato di inquinamento e salute della donna incinta, di inquinamento ambientale, di inquinamento in ospedale.

 

Nel 2010

  • Nascere Meglio partecipa attivamente alla organizzazione del convegno presso l'università di verona dal titolo "Il primo con-tattto, il mondo può cambiare con una nascita alla volta" organizzato dall'associazione ANDRIA; Marilena Taboga era tra i relatori. Importanti sono stati i contributi a partire dal direttore della clinica universitaria di Verona che ha ospitato il convegno. Per info www.andria.it

 

Nel 2009

  • Crea e promuove un progetto denominato “Armonie ”: una serie di conferenze incentrate sulla salute della madre durante la gravidanza, i suoi riflessi sul feto e la salute del bambino dallo svezzamento alla età scolare, tematiche sempre più urgenti date le scorrette abitudini alimentari sempre più diffuse.
  • Per Nascere Meglio, il 30/10 presso il Centro Culturale Candiani, Marilena Taboga ha partecipato quale relatrice alla tavola rotonda dal titolo "Un dolore inutile", dibattito nell'epidurale che non c'è, alla quale hanno partecipato anche:
    Nadia Filippini - storica università di Cà Foscari
    Franca Marconi - ginecologa
    Maurizio Morgantin - Primario Osp. Civ. di Venezia - anestesista
    Ezio Vincenti - Direttore unità di Anestesia e Rianimazione ULSS 13 Mirano Dolo

 

Nel 2008

  • A ottobre partecipa al Congresso di ANDRIA associazione di ginecologi ed osteriche con un intervento su “auto-aiuto tra donne dopo il parto” come attuare la rete di sostegno alle donne sul territorio, portando l’esperienza di Nascere Meglio.

 

Nel 2007

  • Nel mese di gennaio è tra le promotrici di una grande iniziativa cittadina che si chiama “Osservatorio cittadino” che vede coinvolte moltissime donne della città che si oppongono alla chiusura del reparto di Maternità di Villa Salus – luogo ove si pratica il parto naturale e che vede nascere ogni anno più di 1200 bambini.
    L’iniziativa coinvolge la città e vengono raccolte 4200 firme in meno di 3 settimane.
    Nei mesi successivi ha incontri con la Presidenza della USL 12, e audizioni presso la Regione del Veneto che sta affrontando il problema Villa Salus.
  • A marzo, a Roma fa parte di un panel multidisciplinare sull’elaborazione delle linee guida su gravidanza fisiologica presso l’Istituto Superiore della Sanità.
  • Il 5 maggio a Mestre si tiene il convegno dal titolo "La nascita, il dolore, la forza e la gioia" l’iniziativa ha come relatori Verena Schmid ostetricaSiro Valmassoni anestesista, Roberto Fraioli ginecologo, Marilena Taboga insegnante yoga del Progetto Nascere Meglio.
  • L’iniziativa che ha avuto il patrocinio del Comune di Venezia, dell’Assessorato alla Produzione Culturale, dell’Aied, ha visto la partecipazione di medici e ostetriche provenienti dal Veneto e non solo e la partecipazione di centinaia di persone tra cui molte donne incinta.
  • Nel mese di settembre è promotrice di una grande iniziativa di carattere culturale a favore del parto naturale “no Villa Salus, no parti” che vede coinvolte più di 3000 persone.

 

Nel 2006

  • Nel mese di aprile organizza presso il Centro Culturale Candiani di Mestre e presso la Libreria Feltrinelli la presentazione del libro del dottor Roberto Fraioli sulla nascita. L’iniziativa aperta alla cittadinanza ha visto la presenza di centinaia di persone.

 

Nel 2005

  • Organizza a Mestre un incontro con il prof. J. P. Relier perinatologo francese dal titolo “Lo stress materno e le ripercussioni negative sul feto” a cui hanno partecipato numerosi medici, ostetriche, psicologi, ecc.

 

Nel 2004

  • Organizza a Venezia e a Mestre un seminario rivolto ai medici e non solo, su: “Amarlo prima che nasca” tenuto dal prof. Jean Pierre Relier perinatologo francese di fama internazionale che è stato per 25 anni a capo del reparto di neonatologia di Port-Royal a Parigi e per trenta anni professore di pediatria al René-Descartes.
  • Progetta a Mestre un convegno su “Partorirai nella gioia con il canto e il movimento” con la partecipazione di Fredèrick. Leboyer.

 

Nel 2003

  • Organizza un ulteriore corso di formazione biennale per insegnanti di preparazione alla nascita.
 
Nel 2002
  • Organizza un corso di formazione biennale per insegnanti dei corsi di preparazione alla nascita.

 

Nel 2000-01

  • Organizza in collaborazione con l’Accademia Italiana Shiatsu-Do, i ginecologi dell’AIED di Roma e Venezia, Nascere Meglio di Venezia e Roma una sperimentazione dello shiatsu in gravidanza e nel periodo dopo il parto, è stato formato un gruppo di operatori che hanno lavorato in contatto con i ginecologi.