La nostra esperienza con Teresa

24.10.2010 00:00

 Teresa non dorme ancora granché; così con mesi di ritardo siamo qui a raccontarvi l'esperienza meravigliosa della sua nascita.

Il giorno 13 Agosto verso le 7,00 del mattino si è rotto il sacco e così con molta calma ci siamo avviati verso l'ospedale di Mirano dove siamo giunti verso le 10,30 circa, ovviamente mi hanno visitata per accertare l'effettiva rottura e mi hanno ricoverata.. le previsioni del medico sono state: " signora si riposi, ci possono volere dalle 24 alle 48 ore...".
E chi voleva attendere tanto? Con Luca decidemmo di accelerare un po' le cose camminando e facendo alcuni esercizi con il bacino; in effetti, così facendo, già verso le 14 iniziarono le contrazioni seppur irregolari.
Alle 16 iniziò il travaglio e alle 17,44 nacque Teresa Adele.
Le ostetriche dell'ospedale miranese – in particolare Irene – mi hanno permesso di gestire come meglio credevo quei momenti – applicando i suggerimenti ricevuti al corso – e così il parto fu una ottima esperienza.
Al contrario, il rapporto con il nido e la pediatria è stata pessimo; nessuna indicazione sull'allattamento, più insistevo nel chiedere meno ottenevo risposta, pediatre che mi apostrofavano in un colloquio privato avvenuto a mezzanotte per aver chiesto di non dare latte in polvere a mia figlia e di non usare il ciuccio; integrazione data contro la nostra volontà (scoperta solo all'atto della dimissione).
Teresa è stata ricoverata pochi giorni dopo l'uscita dell'ospedale per l'ittero; per curarla mi hanno impedito di allattare al seno. Ciò e l'atteggiamento del nido e della pediatria mi hanno causato una estrema riduzione della produzione del latte e l'assuefazione di Teresa al biberon.
Solamente con estrema pazienza e grazie soprattutto ai consigli di Marilena, Tania e di Magda sono riuscita a riprendermi e a giungere dopo un mese e 10 giorni ad allattare Teresa al seno, senza neppure l'ausilio dei paracapezzoli che al nido di Mirano mi avevano imposto perché- a loro dire- il mio seno non sarebbe stato idoneo.
Non posso dunque che esprimere un parere negativo sul nido e sulla pediatria del nosocomio miranese.
Un abbraccio a tutte, 
Valeria con Luca e Teresa Adele

Indietro